Alternative content

Get Adobe Flash player

Sei qui: Home [E]venti Etna in Blues Festival Etna in Blues 2015 - Parco Trinità Manenti di Mascalucia

Festival Etna in Blues 2015 - Parco Trinità Manenti di Mascalucia

Lunedì 20 Luglio 2015 10:38

etnainblues0

Al via l’edizione 2015 del Festival Etna in Blues al Parco Trinità Manenti a Mascalucia (CT) con tre serate ricche di musica e non solo.

Ospiti del primo appuntamento, giovedì 23 luglio ore 20.30, sono i NiggaRadio.

I Delta Moon sono ospiti della seconda serata, venerdì 24 luglio.

Ultimo appuntamento con il Festival Etna In Blues, sabato 25 luglio ore 20.30 Parco Trinità Manenti a Mascalucia con Peter Karp e Sue Foley.

Al via l’edizione 2015 del Festival Etna in Blues al Parco Trinità Manenti a Mascalucia (CT) con tre serate ricche di musica e non solo. Ospiti del primo appuntamento, giovedì 23 luglio ore 20.30, i NiggaRadio, reduci da una esibizione sul prestigioso palco del Concertone dell’1 maggio 2015 a Roma.

La band è un progetto nato a Catania da un'idea di Andrea Soggiu e Daniele Grasso, sviluppato con Giuseppe Scalia E Vanessa Pappalardo. NiggaRadio è un viaggio in musica che partendo dalle radici del blues mira ad un suono elettronico e moderno. E' come le radio 'nere' che dagli anni '50 hanno cambiato il modo di ascoltare musica, quella che suona per il corpo e per la mente. Un linguaggio che affonda nelle radici della black music, ma le coniuga al presente, al passato, alla Sicilia e soprattutto al futuro. Nata da un pensiero comune di Daniele e Andrea: quello che il blues e la musica elettronica cheap avessero una stessa origine, la necessità di comunicare la situazione in cui si vive con i pochi mezzi a disposizione. Dopo l'esordio nel 2013 in pochi mesi pubblicano l'EP 'TWO SIDES' con la presentazione ufficiale a La Lomax di Catania. Da lì seguono svariati live e diversi opening act come quello a Zibba ai Mercati Generali di Catania. Il 28 aprile 2014 esce l'album 'Na Storia' nei digital stores e su Spotify per Dcave records. 10 tracce schiette e sincere che raccontano storie di quotidiana realtà tra passioni, delusioni, bellezza e sofferenze della vita di tutti i giorni. All'uscita del disco seguono altri live importanti: F.I.M.di Genova e il Cous Cous Festival e Etna in Blues a Catania. Lusinghiere recensioni da parte di riviste specializzate a livello nazionale tra le quali spiccano: Musica E Dischi, Rumore, Blowup, Mucchio Selvaggio. NiggaRadio entra in nomination per le Targhe Tenco 2014 nella sezione 'Miglior Opera Prima'. Attualmente la band sta lavorando al nuovo disco che uscirà nell'autunno prossimo e già pronta per il tour estivo. A precedere sul palco i NiggaRadio ci saranno The Blues Father (Ct), Gorgo Blues Band (Ct), Hot Shanks Blues Band (Ct), Strimpella Bb (Ag), band selezionate durante il concorso “on the road” organizzato, così come il Festival, dall’Associazione inBlues, con la direzione artistica di Corrado Zappalà, da undici anni alla guida del Festival e che proprio in occasione della scomparsa del grande B.B.King ha scelto “Bye Bye Lucille” come titolo dell’edizione 2015. Zappalà spiega cosa è il Festival: “E' una serie di ingredienti ben miscelati tra loro. Passione, creatività, trasgressione, hobby, ma anche soddisfazione, e perché no, una grande scommessa. Quella di dimostrare che nulla a noi del profondo sud ci è precluso. Nulla da invidiare ai festival che si organizzano in tutta Europa, ma questo non lo dico io, ma gli ospiti internazionali che si sono succeduti ad Etna in blues. La musica e gli eventi sono veicolo di promozione dei nostri luoghi, basterebbe un po’ di sana fantasia e di sano amore per la propria terra per fare le cose per bene. Per il resto ci pensa madre natura. A tal proposito ringrazio il Comune di Mascalucia guidato dal sindaco Giovanni Leonardi, l’assessore al Turismo Fabio Cantarella e l’assessorato al Turismo e Spettacolo della Regione Sicilia”. Come ogni anno, dunque, la kermesse più attesa è pronta per regalare un carico di grande musica e con essa intense emozioni. Perché il Festival non è solo musica ma capacità di aggregare generazioni di appassionati sostenitori di blues e non solo. Rappresenta infatti un momento in cui la passione per i ritmi blues, rock e afro si unisce alla voglia di condivisione di forti emozioni che solo il Festival riesce a dare. Un luogo magico dove le emozioni nascono e si sviluppano seguendo i ritmi musicali diffusi dagli artisti.

Mascalucia, 20/07/2015

Ufficio stampa Gaia Montagna

 

Un magistrale intreccio nato da due chitarre dalla forte personalità suonate da Tom Gray (lapsteel) e Mark Johnson (bottleneck guitar) insieme al bassista Franheroseph e James Stafford alla batteria. Loro sono i Delta Moon, “roots rock” band di Atlanta (Georgia) ospiti big della seconda serata, venerdì 24 luglio, sul palco del Festival Etna in Blues a Mascalucia, organizzato dall’Associazione inBlues. Il sound potente, indiavolato ma al contempo mistico del gruppo, ricorda le atmosfere del Mississippi blues. Con l'uscita del loro settimo album Black Cat Oil nel 2012, i Delta Moon hanno venduto migliaia di dischi. Il loro spettacolo dal vivo non è secondo a nessuno, le due chitarre slide dei Delta Moon trasportano l'ascoltatore nel profondo Sud degli Stati Uniti d’America. Quest’anno sono tornati a calcare i palchi italiani per presentare il loro nuovo lavoro “Low Down”.

Per conoscerli meglio abbiamo rivolto alcune domande e le risposte non hanno lasciato dubbi, sono davvero spettacolari.

D- La vostra musica è una miscela di suoni e personalità, come nasce questo connubio perfetto?

R- Noi pensiamo in termini di una band, ognuno ha un ruolo altrettanto importante da svolgere nel contribuire al suono complessivo. Cerchiamo di utilizzare i punti di forza di ogni persona per ottenere il massimo effetto.

D- A quali artisti vi ispirate?

R- Ci piacciono tutti i tipi di musica, ma il nostro sound è basato alla musica del sud profondo, per lo più blues e soprattutto collinari country blues del nord del Mississippi. Ci
piace Fred McDowell, RL Burnside, Blind Willie Johnson, gli Staple Singers, ma anche gli Stones, Tom Waits. Di Peter Green Fleetwood Mac, e avanti e avanti e avanti ...... Così molte influenze.

D- In poche parole cos'è il blues per voi e quali emozioni scatena?

R- Il blues è una terapia. Un modo per esprimere le mie emozioni, un modo di lasciare scorrere i miei sentimenti, un modo per sentirsi bene. A volte un modo per far uscire le frustrazioni del giorno o, talvolta, a dire… sì, sono così felice di essere qui! Il blues è di essere umani e la condivisione delle cose che tutti abbiamo in comune.

Da non perdere dunque il live al Parco Trinità Manenti per una serata davvero indimenticabile. A riscaldare pubblico e atmosfera saliranno sul palco Round The World (Me), Leakers Band (Ct), The Southern Gentleman League (Rc), band vincitrici del concorso “on the road”, per poi lasciare la scena ai Delta Moon.

Ad intervistare nel backstage gli artisti saranno gli speakers dell’accademia radiofonica Radio Academy.

Mascalucia, 22/07/2015

Ufficio stampa Gaia Montagna

Ultimo appuntamento con il Festival Etna In Blues, sabato 25 luglio ore 20.30 Parco Trinità Manenti a Mascalucia (CT) con Peter Karp e Sue Foley.

Lui, voce profonda e vagamente roca, tipica del songwriter americano, indossa una Dobro Guitar tirata a lucido ma solo per le copertine, di fatto suona sporca ed esperta come quella dei veri bluesman. Lei, timbro sbarazzino e pulito, a metà tra Anais Mitchelle Bonnie Raitt, veste una Telecaster tutta donna e porta con se lo stile di un'affascinante country woman, from Canada.

Accompagnati da musicisti eccezionali, incantano con questo suono compatto, festoso tra Rockabilly, Memphis Sound, Mississippi Blues, dolcissime ballad e rumba sospesa tra blues e jazz. Un evento che sa catturare l’attenzione anche del pubblico meno attento e che restituisce il giusto tributo a questi due artisti prossimi alle Nomination dei Grammy Blues Award made in USA.

Idee chiare e buon tiro, l'affiatamento tra i due artisti è certamente notevole, che di blues e dintorni ne sanno parecchio. Un’idea musicale intrigante e unica realizzata da due artisti talentuosi e ispirati.

Il gruppo musicale si racconta in una breve intervista e spiega come è avvenuto l’incontro che li vede insieme da diversi anni.

D- Come vi siete conosciuti e avete capito che insieme avreste fatto un grande lavoro?

R- Ci siamo incontrati in un grande festival di musica in Canada pochi anni fa e abbiamo iniziato a conoscerci attraverso lettere e mail. Le lettere sono state trasformate in canzoni, e le canzoni trasformate in nostro primo CD, He Said She Said.

Fino ad allora eravamo artisti solisti. Peter era conosciuto come l'unico e di talento, acclamato dalla critica, cantautore / musicista e Sue era conosciuta come un blues, fiammeggiante chitarrista e compositore. Il nostro CD, He Said She Said-ci ha procurato un sacco di attenzione e di interesse e quindi abbiamo deciso di andare in tour insieme più di cinque anni fa.

Da allora abbiamo pubblicato un secondo CD, Al di là delle Crossroads e siamo in procinto di rilasciare altri due CD da gennaio 2016.

E 'stato un grande tour e siamo molto soddisfatti per l'attenzione e i consensi che abbiamo ricevuto. Il nostro live show è unico e speciale. Siamo felici per il successo ottenuto e siamo entusiasti di essere in tour Italia quest'estate.

D- Quali artisti vi ispirano?

R- Abbiamo diverse influenze musicali, ma siamo entrambi d'accordo che la musica popolare del 1960 è stata molto speciale, da Motown e Stax, ai Beatles, i Rolling Stones.

Siamo stati anche influenzati da 1970 gruppi punk come i Ramones e i Clash.

Per Peter: Lou Reed, John Prine, Elmore James, Tony Joe White, Freddy King, Bob Dylan.

Per Sue: del 1950 Chess Records, Muddy Waters, Little Walter, Jimmy Rogers, Memphis Minnie, Etta James, Billie Holiday e Lester Young.

D- Il Blues quali emozioni scatena in voi?

R- La nostra passione per la musica e la vita.

Ad aprire l’ultima serata del Festival Marco Corrao (Me), The Sperados (Pa), Walter Catania (En), band vincitrici del concorso “on the road”, per poi lasciare il palco a Peter Karp & Sue Foley.

Mascalucia, 23/07/2015

Ufficio stampa Gaia Montagna

Allegati:
Scarica questo file (Etna in blues Comunicato stampa 22 07 15.pdf)Etna in blues 2015 - 24 luglio[Delta moon - Comunicato dell'ufficio stampa del 22/07/2015]43 Kb
Scarica questo file (Festival etna in blues 2015.pdf)Etna in blues 2015 - 23 luglio[NiggaRadio - Comunicato dell'Ufficio stampa del 20/07/2015]44 Kb
Scarica questo file (peter karp sue folie.pdf)Etna in blues 2015 - 25 luglio[Peter Karp e Sue Foley - Comunicato dell'ufficio Stampa del 23/07/2015]48 Kb
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Luglio 2015 09:19 )
 
Note Legali Privacy Copyright (C) 2011 Comune di Mascalucia C.F.: 80001190877 - Tutti i diritti riservati.
tel. 095 7542200 - Fax 095 7542219 - PEC: ced@pec.comunemascalucia.it
accessibilita'

Questo sito usa i cookies per la gestione dell'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni oltre che cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando questo sito sei consapevole ed accetti che potremmo porre questi tipi di file sul tuo device. Per maggiori informazioni leggi INFORMATIVA ESTESA.

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

Informativa estesa sulla privacy