Alternative content

Get Adobe Flash player

Sei qui: Home [E]venti Etna in Blues

Etna in Blues

On the road 2014

Lunedì 13 Gennaio 2014 12:06

Logo_BluesInBlues

 

COMUNICATO STAMPA

L’Associazione in Blues è già pronta per bissare il successo delle precedenti edizioni e come ogni anno, nell’ambito dell’Etna InBlues Festival 2014, ha già pubblicato su www.etnainblues.it il bando di selezione per il Concorso denominato “Blues on the road 2014”, 5^ edizione dedicato alle band siciliane. Il concorso è ideato come una rassegna di concerti pensata per offrire una vetrina privilegiata a musicisti Blues, Rock, Rhytm & Blues, gospel, country, finalizzata a sostenere e rafforzare il movimento musicale di genere, divulgandone, oltre alla musica, anche l’aspetto culturale.
Un “evento nell’evento” che rappresenta certamente un’importante opportunità di espressione artistica per i musicisti che, se dichiarati vincitori della selezione, potranno essere proposti al grande pubblico dell’Etna In Blues Festival, che si svolgerà nel corso dell’estate 2014.
I veri protagonisti del Concorso “Blues on the road 2014” saranno gli artisti; ad essi verrà concesso di esibirsi in pubs/birrerie, e comunque siti particolarmente conosciuti e frequentati dagli appassionati di musica e dagli addetti ai lavori. L’insieme delle esibizioni darà vita ad un cartello eventi, adeguatamente veicolato verso un pubblico particolarmente attento al genere.
Non solo, quindi, un’opportunità, per proporsi al pubblico ma anche la possibilità di poterlo fare usufruendo dell’organizzazione dell’associazione In Blues e dell’attenzione oramai consolidata all’ Etna In Blues Festival.
Attraverso queste esibizioni, con l’ausilio di un’apposita Commissione, saranno selezionate le band che apriranno le serate dell’Etna In Blues, nel quale si esibiranno, altresì, grandi artisti di fama nazionale e internazionale.
L’iscrizione al concorso è gratuita e le domande di partecipazione devono pervenire entro il 28 febbraio 2014.
Questo il lungo elenco di ospiti che hanno animato le scorse edizioni sul palco del Trinità Manenti a Mascalucia:
James Thompson, Eugene Hideaway e Roland Tchakounte edizione 2013, 24 Pesos, Mitch Woods e Ian Siegal nel 2012; nelle scorse edizioni il gospel di Earl Bynum (2004), Carey and Lurrie Bell e Popa Chubby (2005), Marcia Ball e Bryan Lee (2006),  Joe Bonamassa e John Mayall (2007). Da Bettye Lavette e Willy Deville (2008) alla carica di Ana Popovic e Deitra Farr ( 2009) fino al soul-blues indimenticabile di Solomon Burke (2010) e al country-blues dell’armonicista Charlie Musselwhite.

Mascalucia 08/01/14  

Gaia Montagna

Ufficio stampa

ASSOCIAZIONE IN BLUES

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 visita il sito http//www.etnainblues.it

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 07 Luglio 2014 10:54 )
 

INTERVISTA A JAMES THOMPSON

Venerdì 02 Agosto 2013 15:29
Logo_BluesAssociazioneinBlues

COMUNICATO STAMPA

James Thompson sul palco non si risparmia. Energia pura senza sosta. Il pubblico italiano lo conosce bene ed ha avuto modo di apprezzarne le doti nei concerti di Zucchero, con il suo sax ha reso unici gli eventi live dell’artista emiliano. Adesso è in tour con gli Harlem Blues Band ed una delle tappe sarà proprio venerdì 26 luglio al Festival Etna in Blues, Parco Trinità Manenti a Mascalucia-Ct, ospite della seconda serata. Disponibile e divertito si concede una chiacchierata per raccontare l’amore per la musica.
Nato a Cleveland, Ohio, si è trasferito a 2 anni con i genitori a Los Angeles.

La tua prima volta con il tuo sassofono davanti al pubblico?
“Avevo 15 anni, era il 1966 suonavo nella banda della scuola il sax alto dopo aver studiato per tre anni il clarinetto. Ho avuto la fortuna di crescere in un’epoca interessante, erano i mitici anni ’60 e dagli eventi ed i continui mutamenti sono stato profondamente influenzato”.

Quando inizia la tua carriera da musicista e cantante?
“Ho iniziato a cantare all’età di 2 anni. Professionalmente divenni cantante solista intorno al 1984. Prima di allora facevo principalmente il corista. Nel 1973, lasciai l’università e mi misi per strada con un gruppo di musicisti che erano compagni di scuola. Divertimento senza sosta. Viaggiavamo soprattutto nella West Coast ed in Canada”.

Raccontaci la tua esperienza con Zucchero
Nel 1984 sono arrivato in Italia ed è stato allora che ho avuto l’opportunità di suonare ed incidere con alcuni grandi artisti e musicisti come Zucchero, Paolo Conte, gli Stadio, i Jestofunk, Mingardi, i Timoria e Tommy Vee, per citarne alcuni. Con Sugar Fornaciari è sempre un’emozione, è un grande artista”.
Ha partecipato ad alcuni grandi Festival musicali come Montreaux jazz Festival, Rock am Ring in Germania, The House of Blues a Los Angeles, The Beacon Theater a New York, The Kremlin, Royal Albert Hall, Pavarotti and Friends, e molti altri.

Il tuo ultimo album?

“Ho recentemente ultimato un CD che riflette il mio stato d’animo musicale del momento. Tutti i pezzi sono stati scritti da me stesso ed hanno delle inflessioni che vanno dal soul al jazz al funk e al rock, il tutto mescolato nel calderone di JT”.
Sul palco a scaldare il pubblico in attesa della sua esibizione ci saranno due band palermitane: Rag Ion Hell e gli Homework.

comunicato stampa del 25/07/2013
Gaia Montagna
Ufficio stampa
ASSOCIAZIONE IN BLUES
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

visita il sito http//www.etnainblues.it

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 02 Agosto 2013 15:36 )
 

INTERVISTA AD EUGEN BRIDGES

Venerdì 02 Agosto 2013 15:12
Logo_BluesAssociazioneinBlues

COMUNICATO STAMPA

La critica internazionale lo ha incoronato come l’unico grande erede di B. B. King e chi ha avuto la possibilità di assistere ad uno dei suoi concerti sa perché. Eugene Hideaway Bridges chiuderà l’edizione 2013 del Festival Etna in Blues, sabato 27 luglio al Parco Trinità Manenti a Mascalucia-Ct.
Si definisce musicista nomade, la sua casa è dovunque lo porti la musica. America, Europa e Australia le ha percorse in lungo ed in largo. Dall’età di 5 anni in tour con il padre Hideaway Slim, dal quale dice di aver ereditato l’abilità alla chitarra mentre la voce la deve alla mamma, parente di Tina Turner. Appena giunto in terra d’Etna resta ammaliato dalla bellezza siciliana e in una breve pausa ci racconta un po’ della sua storia.

Le prime esibizioni?
“ Con i miei fratelli, “The Bridges Brothers” ci esibivamo nelle varie chiese locali tra cui quella del pastore Elder A. Edwards, considerata una chiesa ricca di talenti gospel, esperienze che sono servite a formare il mio carattere musicale. In seguito ho formato la mia prima band The Five Stars”.
In Europa arriva grazie a Big Joe Turner che lo inserisce nella sua “Big Joe Turner Memphis Blues Caravan” come cantante chitarrista. Un anno dopo forma il proprio gruppo “Eugene Hideaway Bridges Band”. Registra per la Blueside “Born To Be Blue” prodotto da Mike Vernon.
 

Cos’è per te il blues?
Il blues è la verità della vita, è la storia vera, fatta di sofferenze”.

Sei descritto come cantante e musicista vibrante ed entusiasta, che ne pensi?
Evidentemente riesco, attraverso la musica, a trasmettere la mia passione. Il mio canto parte dal cuore e quando accade ciò è difficile che il pubblico non si accorga di quanta energia sgorghi dalla mia anima”.
In attesa di vedere sul palco Eugene Hideaway Bridges, saranno i catanesi Giorgio Carbone & the preachers ed i reggini Walking Trees a scaldare il pubblico.

Comunicato stampa del 26/07/2013

Gaia Montagna

Ufficio stampa

ASSOCIAZIONE IN BLUES

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

sito http//www.etnainblues.it 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 02 Agosto 2013 15:27 )
 
Altri articoli...
Pagina 2 di 3
Note Legali Privacy Copyright (C) 2011 Comune di Mascalucia C.F.: 80001190877 - Tutti i diritti riservati.
tel. 095 7542200 - Fax 095 7542219 - PEC: ced@pec.comunemascalucia.it
accessibilita'

Questo sito usa i cookies per la gestione dell'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni oltre che cookie tecnici e di terze parti. Utilizzando questo sito sei consapevole ed accetti che potremmo porre questi tipi di file sul tuo device. Per maggiori informazioni leggi INFORMATIVA ESTESA.

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

Informativa estesa sulla privacy